Site Overlay

Architettura della vinificazione

Il vino ha il sapore della terra.

La vinificazione è un processo produttivo che, come pochi altri, si carica di simbolismo e significati; il vino è sempre più il tramite per la conoscenza dei territori in quanto sinonimo di condivisione e accoglienza.

Il vino è anche, soprattutto, un prodotto identitario che nasce dalla cura del vigneto e si forma in cantina; il proliferare di etichette non individua soltanto la vivacità di un mercato ma anche la presenza di innumerevoli interpretazioni nella strutturazione del gusto.

Un vino può essere genuino, si diceva un tempo “sincero“, oppure estremamente costruito. Può derivare da approcci, tentativi, anche errori, così come da una costruzione scientifica, calcolata, studiata. Ci sono vini che portano il nome di luoghi così come altri dai nomi eterei e fantasiosi a rimarcare che un ottimo prodotto può avere una genesi molto variegata.

Lo stesso si potrebbe dire dell’Architettura, in particolare dell’Architettura del vino.

Vi invitiamo a visitare la bella mostra “Nuove Cantine italiane. Territori e architetture” all’Agenzia di Pollenzo fino al 2 giugno 2022 e a farci sapere le Vostre impressioni.

Da parte nostra ci siamo interessati a progetti molto particolari, sicuramente evocativi, come non poteva che essere per la qualità dei promotori, ma abbiamo anche avuto la scomoda sensazione di una tendenza progettuale che concede troppo alla rappresentazione, alla scenografia.

Ci chiediamo quanto il luogo dove si produce il vino, la cantina, debba aver radici profonde nella terra in cui si colloca alla pari dei vigneti che ne sono la ragion d’essere!

Nell’immagine: la torre imprigionata

Rifiutare la sofisticazione degli spazi

Translate »
scroll to top